Mamme stanche: le frasi da non dire a una mamma che ha un attimo di sconforto

1024 683 Stancamente Mamma

Mamme stanche, le frasi da non dire a una mamma stanca o che semplicemente ha un attimo in cui si sente esaurita sono tante, talmente tante che sintetizzarle non è nemmeno semplice.

Ho provato a farlo almeno per quelle che nel tempo hanno dato più fastidio a me o che semplicemente mi hanno fatto più male per il semplice fatto che a pronunciarle sono state nella quasi totalità dei casi altre donne, altre mamme come me, a volte sono proprio gli stessi parenti che da una semplice risposta alla più banale delle domande trovano milioni di appigli per snocciolare consigli non richiesti e infinite paternali.

Nel mio caso la mia personale strategia di difesa è stata quella che non consiglierei probabilmente a nessuno, ovvero quella di chiudersi in se stessi e smettere di raccontare nascondendo tutto dietro a risposte il più possibile veloci e il più possibile inattaccabili.

Non lo consiglierei perché sono convinta che condividere sia estremamente positivo e che sentirci parte di qualcosa faccia solo bene allo spirito e all’umore, ma quando ti rendi conto che quel qualcosa non esiste allora semplicemente ti adegui.

Avevo iniziato a capire che non sarebbe stata una vita semplice, quella da mamma, quando sono corsa ancora incinta in ospedale per un controllo e nella sala del monitoraggio la capa delle ostetriche inveiva contro una mamma in preda al panico perché non riusciva a sentire il bambino muoversi: “Se lei é così ora, non voglio immaginare che madre sarà” (non è difficile invece immaginare questa che persona sia). Ecco il primo giudizio, peraltro di una crudeltà feroce, verso una mamma che non aveva ancora nemmeno stretto il suo bambino tra le braccia.

 

Mamme stanche: le frasi da non dire a una mamma che ha un attimo di sconforto

Mamme stanche: le frasi più insopportabili

1) Hai voluto la bicicletta?

Nei forum di mamme stanche e anche nostro gruppo, quella che va per la maggiore, che poi è anche quella che fa rimanere peggio in assoluto, si qualifica sul podio la menata della bicicletta, un vecchio adagio che viene usato per tutto, specialmente per le mamme stanche con bimbi piccoli e va bene un po’ in ogni stagione: “Hai voluto la bicicletta? Allora pedala“. Anche secondo me questa vince su tutte per il semplice motivo che non ha nessun senso. Desiderare qualcosa, amarla e appassionarsi di qualsiasi cosa nella vita non significa necessariamente che questa passione e questo sentimento non prevedano momenti di sconforto. Per assurdo anche riuscire ad arrivare a fare il lavoro dei propri sogni nella vita è un grande traguardo, ma non penso che tornando a casa la sera a una persona stanca dopo ore di riunioni e problemi da risolvere venga propinata la canzone della bicicletta: che senso ha ripeterla a tutti i genitori alla minima occasione?

Aver voluto un figlio significa non poter nemmeno dire di essere stanchi dopo magari anni di notti insonni, corse a destra e sinistra per cercare di tenere in piedi tutto, problemi di vario genere a conciliare asilo, malanni di stagione e impegni lavorativi. In poche parole, hai voluto la bicicletta in questi casi suona un po’ come un “te la sei cercata” e onestamente rispondere te la sei cercata a un essere umano che prova a condividere un personale malessere è quanto di più insopportabile si possa rispondere, almeno per me.

Mamme stanche: le frasi da non dire a una mamma che ha un attimo di sconforto

2) Se ti lamenti tu, che cosa dovrebbe dire chi ha quattro figli?

Anche questa detta a una mamma stanca o anche non stanca onestamente, infastidisce e non poco. Il primo motivo è perché tutto è relativo. La mamma con quattro figli magari li ha avuti prima, magari ha un minimo di supporto che molte non hanno, magari ha possibilità economiche che le permettono di delegare le mansioni che ritiene più utile delegare, o magari nessuna di queste, magari è semplicemente più forte, fisicamente e mentalmente. E quindi? Qual è il problema?

Non reagiamo tutti allo stesso modo davanti alle difficoltà e ai cambiamenti della vita. Abbiamo tutti un passato e una storia personale che portiamo con noi e alcuni bagagli magari pesano più di altri, non ha nessun senso mettere a confronto esistenze che non hanno assolutamente nulla in comune con il semplice scopo di fare sentire una persona un’emerita incapace e costringerla così a non essere più sincera quando le si domanda come vanno le cose.

3) Anziché lamentarti, goditeli ora perché poi crescono e se ne vanno

Anche in questo caso, se è uno sprone o un invito a reagire da una parte può essere apprezzabile, ma non funziona. Quando una persona è in un momento di difficoltà o di empasse, la cosa peggiore che si può fare è farle notare che il suo atteggiamento non le permette di vivere appieno il suo presente. Perché? Molto probabilmente lo sa già da sola e ancora più probabilmente si logora già di sensi di colpa. Peraltro, viviamo immerse nello spauracchio che i figli un giorno cresceranno e se ne andranno. Non dorme da sei anni? Guarda che poi cresce! Ti manca il tuo lavoro che comunque amavi? Ma sì, poi cresce! Sei sfinita perché non dormi mai? Ok, ma tanto cresce. Sì, cresce ma io ho sonno.

A parte il fatto che vederli crescere i bambini è un grande regalo, ma poi non si smette di essere mamme quando non si cambiano più i pannolini. Si è madri anche quando un figlio ha cinquanta anni e ti cerca ancora per un consiglio, per un abbraccio e ti vuole vicino. Crescere fa parte dell’evoluzione delle cose, smettete di usare questo spauracchio per mettere a tacere le madri.

Spero che vi sia piaciuto questo articolo dedicato al tema mamme stanche: le frasi da non dire, se vi fa piacere lasciate i vostri commenti qua sotto.

Se vuoi unirti al nostro gruppo privato “Stancamente Mamma / La stanza segreta”… CLICCA QUI

… Perchè nasce Stancamente Mamma[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti